Südtirol: il sipario sulle Dolomiti

Questo slideshow richiede JavaScript.

Dolomiti in Val Gardena
Dolomiti in Val Gardena

Nei dintorni di Bolzano, salendo sull’Altopiano del Renon, si scoprono angoli di natura incontaminata, un’oasi di tranquillità circondata da alte montagne e distese di campi innevati d’inverno, e di fiori d’estate.

In particolare tra Soprabolzano e Collalbo si trovano le “Piramidi di terra“, rilievi di rocce moreniche, erosi dalla pioggia e dall’acqua della neve sciolta, caratterizzati da grandi massi appoggiati su pinnacoli di terra.

Piramidi di terra
Piramidi di terra

Uno dei punti più belli e panoramici in cui ammirare questo tipico fenomeno geologico è sul Monte di Mezzo (Collalbo), a circa 1150 metri.
Seguendo un lungo sentiero tra alti larici e cespugli, si arriva al belvedere affacciato sulle piramidi: uno spettacolare naturale di assoluta bellezza.

Altopiano del Renon
Altopiano del Renon

Altra attrazione della zona è il Trenino del Renon, che passa per i comuni di Maria Assunta, Soprabolzano, Costalovara e Collalbo.
Un viaggio nel tempo tra villaggi sperduti, paesaggi fiabeschi e scorci indimenticabili delle Dolomiti, divenute Patrimonio dell’Umanità dell’Unesco.
Il centenario tram che va su e giù lungo 6 km di ferrovia risale al 1907, anno in cui venne inaugurato per i collegamenti con la città di Bolzano.

Le vie di Ortisei
Le vie di Ortisei

Spostandosi in Val Gardena, vale la pena visitare Ortisei, apprezzata stazione sciistica.
Passeggiando per le vie del piccolo paese, non si può fare a meno di guardare le innumerevoli vetrine di souvenir e artigianato, dove sono esposti prodotti tipici in legno.
Circondato da cime montuose e bagnato dal fiume Rio Gardena, Ortisei offre uno scenario romantico e pittoresco.

Le Dolomiti della Val Gardena
Le Dolomiti della Val Gardena

A quota 1500 mt s.l.m, s’incontra la rinomata località turistica Selva di Val Gardena.
Meta di vacanze estive e invernali, Selva Valgardena presenta una miriade di attività sportive in cui cimentarsi, non prettamente legate alla neve, come mountain bike, bowling, golf alpino, skate bord, squash ed equitazione.
Suggestiva è l’atmosfera girando per le strade di Selva di Val Gardena, incastonata nel cuore della Sella Ronda, dove si apre il sipario sulle Dolomiti.

A Nord-ovest di Bolzano,si trova uno dei più grandi centri dell’Alto Adige: Merano.
Il suo centro storico attira l’attenzione per la caratteristica architettura del XIII secolo, l’eleganza dei suoi negozi, la tipicità del suo artigianato e delle specialità culinarie.
Cuore pulsante e commerciale sono i Portici, 400 metri di viale ad archi costellato di caffè, ristoranti e boutique. I più lunghi d’Europa, i Portici conservano la storia di un passato importante: Merano, infatti, fu capoluogo del Tirolo ed ebbe tra i suoi frequentatori più assidui l’imperatrice d’Austria Sissi e la nobiltà austriaca dell’epoca.

Duomo di Merano
Duomo di Merano

Alla fine di Via dei Portici s’incrocia il Duomo, in stile gotico tirolese. Il suo campanile di 83 metri è tra i più alti della regione; il suo interno a tre navate è caratterizzato da colonne di pietra che sorreggono una volta gotica a stella. Nelle vicinanze di Piazza Duomo, vi è il Castello Principesco, voluto dal duca Sigismondo d’Austria come residenza cittadina nel XV secolo.
Altro luogo gradito ai meranesi, e non solo, sono le Passeggiate: se ne contano diverse, tra le più conosciute citiamo Passeggiata Lungopassirio, affacciata sull’omonimo torrente, sulla quale si erge il Kurhaus, edificio in stile liberty sede di convegni, ricevimenti e concerti.
E’ senz’altro piacevole la camminata lungo la promenade, tra giardini curati, fiori colorati, gelaterie e raffinati bar.
Sulla sponda opposta ecco le famose Terme di Merano, che da più di 150 anni fanno della città un luogo termale d’eccellenza.

Montagne del Renon
Montagne del Renon

Che sia borgo montanaro tirolese o città culturale dall’aspetto gotico, che siano cime verdi o innevate, bianchi prati o pascoli d’erba, sentieri tortuosi o passeggiate nei vicoli dei paesini, piatti fumanti o formaggi saporiti, il Südtirol si presenta come un’isola felice, in cui le tradizioni sopravvivono, l’aria si respira a pieni polmoni, i sapori conquistano e i panorami ammaliano.

Valeria Dicarlo

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...