Monopoli: la “città unica” di Puglia

Questo slideshow richiede JavaScript.

Lungomare nel centro storico di Monopoli – Photo Francesco Ippolito

Dolcemente affacciata sul Mar Adriatico, Monopoli, in provincia di Bari, è una graziosa località turistica caratterizzata da storia e arte millenaria, da vaste campagne disseminate di contrade e natura generosa, da mare limpido e spiagge sabbiose, da sapori genuini e tradizioni popolari.

Monopoli tutta da scoprire, quindi.

Di origini antichissime, la sua esistenza viene datata nel lontano Paleolitico, testimoniata dai ritrovamenti archeologici dello scheletro di un bambino nella Grotta delle Mura, vicino Porto Rosso; fu certamente abitata già in epoca messapica, intorno al V sec. a.C. come si può constatare dai resti archeologici nell’area sottostante la Cattedrale (e non solo).

Nel corso dei secoli, Monopoli ha visto un susseguirsi di dominazioni: Longobardi, Bizantini che governarono per quasi 5 secoli, Normanni, i quali portarono prosperità economica e ampliamento del centro abitato. Successivamente ci furono gli Svevi, gli Angioini, gli Aragonesi, i Veneziani, gli Spagnoli per circa 200 anni, i Francesi e infine il Regno Borbonico.

Porto di Monopoli

L’origine di Monopoli sembra essere varia: “città unica” dal greco Monos Polis, sarebbe diventata un’unica città nel 545 d.C. quando gli abitanti di Egnazia in fuga durante la guerra contro i Goti, si stanziarono qui insieme alle popolazioni locali; un’altra versione sostiene che i Cretesi approdati sulle coste pugliesi la chiamarono Minos Polis (Minopolis) in onore del loro Re Minosse. O ancora secondo una tesi più religiosa, fu “l’unica città” ad aver abbracciato il Cristianesimo a quel tempo in questa zona di Puglia.

L’itinerario parte dal cuore pulsante di Monopoli, Piazza Vittorio Emanuele II, conosciuta dai monopolitani come il Borgo, attorno al quale si sviluppa il centro nonchè il fulcro commerciale e amministrativo, dove si concentrano negozi e uffici.
Viene chiamato anche quartiere murattiano, per via della sua forma a scacchiera, che prende il nome da Gioacchino Murat, vicerè durante la dominazione francese dei primi del’800 che volle promuovere un nuovo assetto urbanistico nei comuni del regno.
Sotto la piazza sono stati di recente ristrutturati i rifugi antiarei realizzati nel corso della Seconda Guerra Mondiale per ripararsi dai bombardamenti.

Da Piazza Vittorio Emanuele II, si entra nel “Paese Vecchio” attraversando Largo Plebiscito, dove una volta vi era una delle 3 porte di accesso: Porta Nuova.
Immaginando di oltrepassare la porta, s’incontra sulla destra la chiesa di San Francesco d’Assisi con l’annesso ex convento, attuale Municipio.

Scendendo lungo Via Garibaldi, un tempo Via dei Mercanti, ed in effetti tutt’oggi mantiene questa caratteristica grazie ai numerosi negozi, ristoranti e pub che si sussegguono.
Arrivati in Piazza Garibaldi, anch’essa un tempo Piazza dei Mercanti, crocevia di commerci e scambi per la sua immediata vicinanza al porto, si è catapultati in altre epoche storiche: all’angolo la Torre Civica del ‘500 con la Colonna Infame, antica gogna, la Statua di S. Gennaro, lo Stemma Monopolitano (fu donato da Federico II in onore della fedeltà dimostrata dal popolo: le 3 rose bianche, mentre lo scudo rosso sta a ricordare il sangue versato). Al di sopra si trova l’orologio e il campanile.
Girando lo sguardo si nota il famoso Caffè Premiato Venezia, testimonianza rimasta della presenza veneziana (al suo interno si possono ammirare le volte ogivali);  l’attiguo Palazzo della Dogana e l’odierna Biblioteca Comunale Rendella, ex caserma spagnola, sotto la quale sono stati ritrovati resti di una chiesa con affreschi e di una necropoli medievale.
Il palazzo divenne nell ‘800 teatro in stile neoclassico, mentre a metà del 1900 fu trasformato in biblioteca.
Continua a leggere

Annunci

Dove andare in vacanza quest’estate?

Questo slideshow richiede JavaScript.

Il pittoresco centro storico di Rethymno
Il pittoresco centro storico di Rethymno

Arrivati in questo periodo dell’anno la domanda è sempre la stessa: Dove andare in vacanza quest’estate?

Io personalmente dovrò vedere finire la bella stagione e attendere gli inizi dell’autunno per pronunciare la parola “vacanze”, perciò mi aiuto con la fantasia e sogno ad occhi aperti…
Cosa scegliere? Mari tropicali o capitali europee? Natura incontaminata o metropoli supertecnologiche? Itinerari on the road o soggiorni relax?

E voi? Avete già scelto la meta per le vostre vacanze?

Per i ritardatari e gli eterni indecisi, ecco qui diverse proposte:

Scorcio del borgo antico di Monopoli - Photo Francesco Ippolito
Scorcio del borgo antico di Monopoli – Photo Francesco Ippolito

1) Se desiderate restare in Italia, allora la Puglia, la mia bellissima regione, è sempre la soluzione giusta.
Avrete solo l’imbarazzo della scelta tra il Gargano, la Terra di Bari e il Salento: qui propongo un giro tra i caratteristici centri storici di Monopoli, Polignano, Ostuni, tra i trulli di Alberobello e le grotte di Castellana, tra le masserie fortificate di Fasano e la pittoresca Valle d’Itria.

Sito archeologico di Cnosso2) Chi vuole optare per il Mare estero, senza andare troppo lontano, potrà valutare la Grecia: Creta con le sue spiagge e calette disseminate lungo tutta la costa, le sue incantevoli città come Rethymno, Chania e Iraklion, la vivacissima movida e la storia e l’archeologia millenaria di Cnosso, Festos e Malia.

3) Se amate i paesi del Nord Europa, allora la Svezia fa al caso vostro: Stoccolma in primis, è una stupenda capitale a misura d’uomo, dai paesaggi fiabeschi, che sa coniugare la modernità di una metropoli con il fascino della natura.

Panoramica isola Riddarholmen e Gamla stan
Panoramica isola Riddarholmen e Gamla stan

Girare con un battello tra i suoi isolotti-quartieri, immersi in oasi verdi, regala scorci veramente suggestivi.
E poi il suo centro storico con un dedalo di viuzze, le sue boutiques di moda e design, il Palazzo Reale, i locali notturni…
Se poi unite un itinerario nella lussureggiante campagna svedese, ecco servita una vacanza naturalistica.

Midtown Manhattan - 5th Avenue
Midtown Manhattan – 5th Avenue

4) Volete andare oltre oceano? Un classico intramontabile… New York.
In qualsiasi periodo dell’anno, la Grande Mela sa sempre offrire qualcosa di magico.
Una metropoli caotica, cosmopolita, che non si ferma mai, ma dall’appeal fortissimo.
Se preferite conoscere l’arte, potrete visitare il Metropolitan Museum, il Moma, il Guggenheim; se avrete voglia di shopping, troverete centinaia e centinaia di centri commerciali e negozi in tutta Manhattan; se vorrete passeggiare tranquillamente, il Central Park, il polmone verde nel cuore di NYC, sarà uno dei posti privilegiati.
E ancora la Statua della Libertà ed Ellis Island per scoprire gli antenati americani, il Greenwich Village e Wall Street per immergersi nella vita quotidiana dei newyorkesi, Time Square, il Ponte di Brooklyn…

IMG_34665) Dall’altra parte del mondo, se siete più in spirito zen, visitate la Thailandia: dal mare tropicale delle migliaia di isolette, alla frenesia di Bangkok, una capitale ricca di contraddizioni ma dalla travolgente spiritualità; dai colorati mercatini galleggianti e antichi templi buddhisti alle selvagge e spettacolari foreste di Chiang Mai.

Quindi, non mi resta che dirvi: Buona vacanza 🙂

Valeria Dicarlo

Weekend nel Parco Nazionale d’Abruzzo

Questo slideshow richiede JavaScript.

Ciaspolata a Forca d'Acero
Ciaspolata a Forca d’Acero

Pescasseroli è una delle più conosciute località montane del Centro Italia, grazie alle sue piste di sci a più di 1900 metri di quota e alla sua posizione centrale all’interno di uno dei parchi più belli e interessanti del Belpaese: il Parco Nazionale d’Abruzzo Lazio e Molise.

Frequentata non solo d’inverno dagli sciatori incalliti, d’estate è meta turistica preferita di coloro che amano le passeggiate e il relax di montagna.
Situata in una conca a circa 1160 metri slm, Pescasseroli è un centro prevalentemente turistico – agricolo: i 2000 abitanti vivono, infatti, di turismo, agricoltura in quota, allevamento e artigianato.

Pescasseroli
Pescasseroli

Il borgo antico di Pescasseroli conserva alcuni palazzi nobili risalenti al ‘700 – ‘800, nonostante sia stato gravemente danneggiato durante il terremoto del 1915.
Qui sono presenti l’antica Chiesa dei Santi Pietro e Paolo del XII secolo e le rovine del Castel Mancino.
Passeggiando tra i vicoli si possono incontrare vecchie botteghe artigianali, dove poter acquistare tessuti, merletti, oggetti lavorati in pelle, ferro o legno.
E’ un piccolo paese che custodisce antiche tradizioni, dove la vita sembra scorrere lentamente, ma sa offrire, allo stesso tempo, diversi svaghi ai visitatori che trascorrono qui le vacanze.
Non mancano, infatti, numerosi bar e ristoranti in cui degustare la cucina tipica abruzzese e agenzie di escursioni per andare alla scoperta di un suggestivo territorio.

Sorgente della Tornareccia
Sorgente della Tornareccia

Pescasseroli è sede dell’Ente Parco Nazionale d’Abruzzo e presso il Centro Visita si può vedere il Parco Faunistico, nel quale sono ospitati animali feriti ed esemplari caratteristici di quest’area naturalistica.
Da non perdere un’escursione nella Val Fondillo, ricca di boschi di faggio e sorgenti d’acqua, come quella della Tornareccia e la Grotta delle Fate, e alla Camosciara, una riserva naturale caratterizzata da un ambiente unico: vette circostanti, limpidi torrenti, cascate scroscianti e verdi foreste.

Continua a leggere

La Costiera Amalfitana: un tuffo tra cielo e mare

Questo slideshow richiede JavaScript.

Panorama Costiera Amalfitana
Panorama Costiera Amalfitana

L’azzurro infinito del mare che si confonde con il cielo, gli scorci e gli strapiombi, le stradine strette che si abbarbicano su verdi montagne scoscese, le terrazze coltivate ad agrumi, sono lo sfondo perfetto di uno straordinario angolo di Campania: la Costiera Amalfitana!

Dichiarata Patrimonio dell’Umanità dall’Unesco dal 1997, ingloba 13 paesini dalla vista mozzafiato, tra i quali: Vietri sul Mare, rinomata per le sue ceramiche artistiche dipinte a mano, Ravello, nota per il suo festival culturale, Maiori e Minori dall’aspetto tipicamente turistico, Furore e il suo famoso fiordo, Amalfi, con la sua storia e la sua arte, e Positano, perla della Costiera.

Percorrendo la strada litoranea SS163 da Salerno verso Positano, si ha l’occasione di attraversare la maggior parte di questi villaggi e di ammirare la spettacolare panoramica che si apre davanti agli occhi.

Duomo di Amalfi - Cattedrale di S. Andrea
Duomo di Amalfi – Cattedrale di S. Andrea

Superata una torre di avvistamento sulla destra, subito dopo la curva lo sguardo viene rapito dall’incantevole Amalfi.
Di origini romane, fu una delle quattro Repubbliche Marinare che controllava i traffici commerciali e marittimi con l’Oriente.
Dall’affolattissima marina, si accede, attraverso un arco, al centro storico e alla piazza principale dominata dalla scalinata e dall’inconfondibile facciata del Duomo.
Risalente all’anno 1000 circa, la Cattedrale di Sant’Andrea è stata oggetto di numerosi rimaneggiamenti, visibili nei vari stili architettonici: dal romanico al barocco, dal rococò al neomoresco.

Interni del Duomo di Amalfi
Interni del Duomo di Amalfi

L’attuale Duomo è il risultato dell’unione di due basiliche attigue, realizzate in epoche diverse, in una unica a 5 navate. L’interno con rivestimenti in marmo, colonne in granito, soffitto a cassettoni, altari barocchi, è sontuoso.

Amalfi è uno dei centri più noti e più grandi della costa, da cui prende anche il nome, e una passeggiata per le vie del suo borgo antico potrà essere certamente un piacevole momento di relax e svago, tra negozi di souvenir e artigianato locale, vicoli e casette, musei ed edifici storici.

Per le vie di Positano
Per le vie di Positano

Dai primi del ‘900, Positano è stata scelta come meta di vacanze al mare in Italia soprattutto dagli americani, inglesi e tedeschi, e tutt’oggi è frequentata da stranieri e italiani più facoltosi.
Difatti, il suo fascino d’elite non è alla portata di tutti.

Conosciuta in tutto il mondo per le sue ripide scalinatelle, le sue casette multicolori addossate alla roccia, costruite una sull’altra e una accanto all’altra, Positano ha saputo conservare la sua caratteristica a sviluppo verticale.
Camminare per il paese non è impresa facile, infatti: salite e discese, scale e vicoli strettissimi mettono alla prova la forma fisica e le gambe (se non lo siete, state certi che alla fine della vostra vacanza lo sarete). 🙂
Ma questa è anche la particolarità che rende Positano unica ed esclusiva. Continua a leggere

Natale e Capodanno a Riccione

Questo slideshow richiede JavaScript.

Albero di Natale in Viale Dante a Riccione
Albero di Natale in Viale Dante a Riccione

Chi ha detto che il mare d’inverno non può essere una meta favolosa per qualche giorno di relax?
Anche quest’anno, per la terza edizione, da sabato 29 novembre ha preso vita il fantastico Christmas Village di Riccione, un parco tematico dedicato esclusivamente al Natale, che durerà fino all’11 gennaio 2015.

Tutto l’evento, è concentrato in direzione del grande viale Ceccarini, verso il lungomare, dovevi aspetta una grandiosa sorpresa.

Viale Ceccarini a Riccione
Viale Ceccarini a Riccione

Nel Viale principale della città, per ben 170 metri, è stata allestita la Pista di Pattinaggio sul Ghiaccio più lunga d’Europa, una cosa davvero meravigliosa per tutti coloro che amano cimentarsi in qualsiasi sport.
Sarà possibile pattinare anche in caso di pioggia o neve: l’intera pista è infatti coperta da una grande struttura in plastica trasparente che vi permetterà di fare il vostro shopping on ice in piena libertà.
La tariffa oraria per il noleggio pattini è pari a 7 euro per gli adulti e per i bambini fino a 12 anni 6 euro.

Pista di pattinaggio sul ghiaccio
Pista di pattinaggio sul ghiaccio

Alla fine della pista di pattinaggio, emergono  i graziosi mercatini di natale allestiti all’interno di casette in legno in pieno tema natalizio.
Nel complesso del Christmas Village sono stati organizzati anche vari laboratori con attività ludiche per grandi e piccoli, come la Fabbrica dei fiocchi di neve, il Truccabimbi, la scrittura e consegna della letterina e Babbo Natale ed il maestoso Castello di Ghiaccio in Piazzetta del Faro.
Attenzione genitori, tutte queste fantastiche attività per i vostri bimbi sono completamente a titolo gratuito.
Continua a leggere