Sardegna Nord-Orientale: il territorio nei pressi di Budoni

Questo slideshow richiede JavaScript.

Mare di Sardegna
Mare di Sardegna

La Sardegna è una terra antichissima, ricca di storia e tradizioni da lasciare senza fiato, caratteristiche almeno quanto le sue paradisiache spiagge e scogliere.
Nella parte nord-orientale dell’isola sorge il borgo di Budoni, noto punto di interesse turistico da diversi anni a questa parte.

Budoni
Budoni

La notorietà di Budoni è dovuta soprattutto alla sua strategica posizione geografica.
La vicinanza con uno  dei litorali più belli dell’Isola e con diverse attrazioni storico-artistiche rendono questa cittadina la meta prediletta tanto per le vacanze estive quanto per brevi fughe fuori stagione, alla scoperta delle tradizioni sarde più remote e affascinanti.
Partendo dalle spiagge nei dintorni di Budoni, offriremo una serie di indicazioni circa i luoghi da visitare nel caso si stia pianificando una vacanza nella Sardegna nord-orientale.

Come raggiungere Budoni
Per raggiungere la destinazione e assicurarsi una vacanza in tutto e per tutto libera da qualsiasi restrizione, consigliamo di imbarcarsi su uno dei tanti traghetti per la Sardegna, che partono da diversi porti italiani alla volta di Olbia o Golfo Aranci, i più vicini a Budoni. Imbarcare la propria vettura è infatti il modo più semplice e comodo per percorrere la Sardegna nord-orientale in lungo e in largo.
Dai porti di Olbia e Golfo Aranci, Budoni è raggiungibile in auto entro un’ora di viaggio.

Le spiagge

Ottoliu by night
Ottoliu by night

Agrustos e Ottiolu, situate nelle omonime frazioni di Budoni, sono due vere e proprie cartoline da non perdere. Sabbia chiarissima e mare cristallino contraddistinguono entrambe queste due bomboniere paesaggistiche.
Il porticciolo di Ottiolu, poi, si arricchisce di colori caldi e accesi al tramonto ed è un posto ideale per lunghe passeggiate serali.

Altra località balneare è Posada, la spiaggia di Orvili, dove il relax e la tranquillità sono assicurati. A nord di Budoni consigliamo poi la spiaggia di Porto Ainu, con le sue acque blu e la sua sabbia fine, e Baia Sant’Anna, dove la classica sabbia bianca viene sostituita da ciottoli di diverse dimensioni.

Capo Comino
Capo Comino

Particolarmente frequentata, ma comunque degna di una tappa, è Capo Comino, in cui il mare è arginato da una lunga distesa di dune sabbiose che evocano ricordi di paesaggi e luoghi lontani.

Continua a leggere

Annunci

Natale e Capodanno a Riccione

Questo slideshow richiede JavaScript.

Albero di Natale in Viale Dante a Riccione
Albero di Natale in Viale Dante a Riccione

Chi ha detto che il mare d’inverno non può essere una meta favolosa per qualche giorno di relax?
Anche quest’anno, per la terza edizione, da sabato 29 novembre ha preso vita il fantastico Christmas Village di Riccione, un parco tematico dedicato esclusivamente al Natale, che durerà fino all’11 gennaio 2015.

Tutto l’evento, è concentrato in direzione del grande viale Ceccarini, verso il lungomare, dovevi aspetta una grandiosa sorpresa.

Viale Ceccarini a Riccione
Viale Ceccarini a Riccione

Nel Viale principale della città, per ben 170 metri, è stata allestita la Pista di Pattinaggio sul Ghiaccio più lunga d’Europa, una cosa davvero meravigliosa per tutti coloro che amano cimentarsi in qualsiasi sport.
Sarà possibile pattinare anche in caso di pioggia o neve: l’intera pista è infatti coperta da una grande struttura in plastica trasparente che vi permetterà di fare il vostro shopping on ice in piena libertà.
La tariffa oraria per il noleggio pattini è pari a 7 euro per gli adulti e per i bambini fino a 12 anni 6 euro.

Pista di pattinaggio sul ghiaccio
Pista di pattinaggio sul ghiaccio

Alla fine della pista di pattinaggio, emergono  i graziosi mercatini di natale allestiti all’interno di casette in legno in pieno tema natalizio.
Nel complesso del Christmas Village sono stati organizzati anche vari laboratori con attività ludiche per grandi e piccoli, come la Fabbrica dei fiocchi di neve, il Truccabimbi, la scrittura e consegna della letterina e Babbo Natale ed il maestoso Castello di Ghiaccio in Piazzetta del Faro.
Attenzione genitori, tutte queste fantastiche attività per i vostri bimbi sono completamente a titolo gratuito.
Continua a leggere

Il Capodanno è a Berlino!

Questo slideshow richiede JavaScript.

Muro di Berlino East Side Gallery
Muro di Berlino East Side Gallery

C’è chi aspetta Capodanno per salutare l’anno nuovo e sperare in un futuro migliore, chi per trascorrere momenti piacevoli in famiglia, e poi c’è il viaggiatore seriale, che attende proprio gli ultimi istanti dell’anno per organizzare un bel viaggio rilassante, alla scoperta delle meraviglie del mondo.
Se l’obiettivo è quello di visitare una bellissima città ricca di storia, ma vi siete trovati all’ultimo, il nostro consiglio è quello di puntare su una capitale europea dal fascino mitteleuropeo: Berlino.

Se desiderate viaggiare low cost, senza rinunciare alle bellezze del posto, non potreste fare una scelta migliore.
Ma in cosa consiste il fascino della città? Vi accompagniamo ora in una rassegna di splendidi luoghi d’interesse capaci di far sognare con la sola immaginazione.

Divertimento e luoghi da visitare

Berliner Mauer East Side Gallery
Berliner Mauer East Side Gallery

Sembra scontato, ma il Berliner Mauer, o quello che di esso rimane, è il vero simbolo della città, per lunghi decenni elemento di divisione tra la Berlino Est e la Berlino Ovest.
Oggi, la testimonianza più viva è quella offerta dalla East Side Gallery, una lunga porzione di muratura sorta a luogo turistico per gli splendidi murales che la decorano.
I significati densi delle opere d’arte, tuttavia, sono ancora in grado di comunicare cosa significhi essere liberi e quanto sofferenza ci sia nella reclusione forzata.
Ma il muro non è solo questo.
Continua a leggere

Ischia: alla scoperta del Castello Aragonese

Questo slideshow richiede JavaScript.

Ischia
Ischia

Ischia è universalmente riconosciuta come una delle isole più belle del Tirreno, e come potrebbe essere diversamente? Le sue spiagge dorate ed il mare cristallino che si infrange sulla battigia sono un forte richiamo per le migliaia di turisti che sbarcano a frotte durante il periodo estivo, desiderosi di riposare, godersi il sole, e perché no, fare la bella vita, una volta l’anno. Se le attrazioni turistiche non mancano, è bello pensare che in molti facciano visita ad Ischia non solo per le possibilità di riposo e svago ricreativo che offre, ma anche per le meraviglie, naturali e non, presenti in tutto il territorio dell’isola.

È affascinante, per un attimo, il pensiero di visitare un luogo turistico per la sua arte e la sua cultura, e non per la sua vita mondana.
Il punto di partenza necessario, per qualsiasi viaggio, è sempre l’organizzazione di ogni singolo dettaglio, per questo il consiglio che posso dare è di soggiornare nell’isola, sfruttando le numerose offerte last minute per Ischia, come quelle proposte da ischiahotel.net, sempre aggiornate e abbastanza convenienti. Se decidete di partire in auto, prestate attenzione agli orari dei traghetti, consultandoli comodamente online qui: Caremar.it.

Castello Aragonese
Castello Aragonese

Ciò che contraddistingue maggiormente l’isola è con ogni probabilità il Castello Aragonese, imponente e magnifico, severo nel controllarla e proteggerla, a distanza ravvicinata.
Sì, perché per raggiungere il castello, che si racconta fosse stato in prima istanza costruito da Gerone I, tiranno di Siracusa, nell’anno 447 a.C., è necessario percorrere un ponte in muratura, della lunghezza di circa 220 metri. Percorrerlo, preferibilmente a piedi, è una scelta saggia, della quale neppure il turista meno avvezzo al turismo culturale potrebbe pentirsi. Poter respirare la storia che vibra all’interno del castello, fortificato ed arroccato nella sua rocciosa isola, è un’esperienza unica.
Girando al suo interno è possibile respirare e vivere in prima persona l’atmosfera creata dallo scorrere delle epoche: ci si può ritrovare nel Medioevo, testimoniato dalle fortificazioni a proteggere l’isola e dalla tipica struttura degli insediamenti urbani; si può viaggiare nel tempo e giungere al XVIII secolo, il cui testimone più celebre e conosciuto, la Chiesa dell’Immacolata, svetta sul piccolo isolotto con la sua imponente cupola. Continua a leggere

Settembre sull’isola d’Ischia

Questo slideshow richiede JavaScript.

Tramonto sull'isola d'Ischia
Tramonto sull’isola d’Ischia

Il segreto è programmare. Certo, ogni scelta è una rinuncia e quindi per i fan delle “ferie settembrine” c’è da mettere in conto un’estate in città, magari in ufficio circondati da scrivanie vuote, giusto con lo sfizio di qualche gita fuori porta nei week end. Però poi finisce la ressa di agosto, le città si riempiono di nuovo, i tuoi colleghi, o le tue colleghe tornano in ufficio più stressati/e di prima e tu a chiederti come mai, giusto però il tempo di salutare tutti e partire!

E qui entra in ballo Ischia, per almeno tre ragioni. La prima è la stessa di sopra: via i grandi numeri, via la folla, è a settembre che l’isola più grande del Golfo di Napoli recupera la sua dimensione più autentica, a misura d’uomo e facile da girare. La seconda ragione è che il tempo, i colori, la luce di Ischia a settembre sono bellissimi. C’è il caldo, non l’afa. Il cielo è terso, non umido!

La terza ragione è che settembre sull’ ”isola verde” è tempo di vendemmia.
La viticoltura a Ischia è un elemento fondante dell’identità del popolo ischitano: un rito antichissimo, sopravvissuto agli imperativi della modernità, dell’economia del turismo. Anzi, è proprio la vendemmia a sancire per gli ischitani il rito di passaggio tra il tempo frenetico dell’estate e quello lento, circolare, dell’autunno e dell’inverno. Continua a leggere